COME USCIRE DALLA CRISI SECONDO TREMONTI

le nuove di zia Pitty Patt

le nuove di zia Pitty Patt

“Non dobbiamo preoccuparci eccessivamente per questa cattiva congiunzione astrale” ha dichiarato Giulio Tremonti in occasione del convegno internazionale “Economisti Millenaristi”conclusosi stamane. Aprire gli studi economici alle più avanzate posizioni degli studiosi di astrologia, arti divinatorie, lettura dei segni divini, tarocchi e magia bianca, nonché approfondita esegesi biblica in chiave millenarista, profezie, presagi e oracoli: ecco la strada che propone Tremonti. “Per capire la crisi” aveva dichiarato qualche giorno fa a Ballarò “non bisogna leggere i libri di economia, ma la Bibbia”, trovandosi vicino alle posizioni assunte dal Vaticano, che tuttavia pare non approvare la deriva pagana delle ricerche di Tremonti.

Massimiliano Kornmuller detiene la cattedra di pratiche divinatorie etrusche all'Università Ca' Foscari di Venezia

Massimiliano Kornmuller detiene la cattedra di pratiche divinatorie etrusche all'Università Ca' Foscari di Venezia

Ospiti al convegno i più illustri tra i ricercatori delle discipline sopracitate, tra cui spiccano gli interventi di Massimiliano Kornmuller, massimo esperto di mantica etrusca, che ha praticato in diretta la lettura dei segni detta Agiomanzia, antica divinazione originaria di Delfo che consiste nel lasciare cadere sul vello o in un orecchio di una capra destinata al sacrificio alcune gocce di acqua ed osservare le reazioni dell’animale. Da questa lettura il Kornmuller ha profetizzato che alla crisi seguiranno ulteriori e inenarrabili catastrofi tra cui il famoso Big One che spazzerà via la California da Los Angeles a San Diego, fino alla completa distruzione che avverrà all’incirca tra un paio d’anni.

Egle Mantovano studiosa di mantica Assiro-Babilonese all'università del Sannio

Egle Mantovano studiosa di mantica Assiro-Babilonese all'università del Sannio

Egle Mantovano, studiosa anch’essa di pratiche divinatorie antiche, si occupa addirittura dell’origine della mantica, risalendo alle popolazioni mesopotamiche. Applicando la pratica epatoscopia, forma di divinazione antichissima praticata osservando attentamente il fegato (che nacque in appunto in Mesopotamia nel 2000 a.C.) è riuscita ad entrare in contatto in uno stato di trances con Marduk, signore supremo delle divinità Babilonesi, che le ha rivelato che i presagi per il futuro sono nefasti e che l’apocalisse è vicina.

Ivanka Ivankovic-Elez veggente di Medjugorije

Ivanka Ivankovic-Elez veggente di Medjugorije

Ivanka Ivankovic-Elez, una delle veggenti di Medjugorije ha portato un messaggio della Santissima Vergine Maria: “Cari figli, in questo tempo di rinuncia, preghiera e penitenza vi invito di nuovo: andate a confessare i vostri peccati affinchè la grazia possa aprire i vostri cuori e permettete che essa vi cambi. Convertitevi, figlioli, apritevi a Dio e al suo piano per ognuno di voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Infine l’intervento di Diego de Landa massimo esperto di profezie Maya in Italia che in un intervento sull’antico codice Dresda ha esposto la teoria secondo cui il calendario Maya termina volutamente il 21 dicembre del 2012 considerando questa come la data ultima e raffigurando in un’ultima immagine del codice “l’acqua che distrugge il mondo: essa fuoriesce dai vulcani, dal Sole e dalla Luna generando oscurità che prevale sulla luce”. “Cosa è questa acqua?” ha continuato l’insigne studioso “se si prova ad immaginare quella profezia, attualizzandola, la prima cosa che viene in mente è il global warming: innalzamento degli oceani, ecc.. Ma tante altre ipotesi vengono alla mente: caduta di un meteorite, eruzioni spaventose. E c’è chi immagina anche che l’acqua che invaderà il mondo, possa essere quel nuovo quinto elemento sprigionato dagli esperimenti del Large Hadron Collider che – guarda caso – stanno per iniziare a Ginevra, e che saranno pienamente effettivi proprio intorno al 2012.”

Diego de Landa massimo esperto di studi Maya all'Università Roma tre

Diego de Landa massimo esperto di studi Maya all'Università Roma tre

Tremonti ha concluso il convegno con un’illuminante intervento: “é a mio avviso importante, alla luce di queste illustri e precise relazioni, un richiamo alla calma per quel che riguarda la crisi, poiché si prospetta in meno di un quinquennio, e in questo abbiamo visto concordano i qui presenti scienziati, la fine completa dell’universo stesso.”

Il ministro Tremonti mostra la sua soddisfazione per i risultati del convegno

Il ministro Tremonti mostra la sua soddisfazione per i risultati del convegno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: