Le radici spezzate: intervista a Carmen Consoli

La nostra amatissima Giuseppina Brusegan balla alla festa di Campodarsego

(Vedi nuovo articolo su Carmen Consoli)

Dalla nostra amatissima inviata nel profondo nord-est, Giuseppina Brusegan, un’intervista eccezionale a Carmen Consoli che rivela: “Luca Zaia mi ha contattato per una possibile candidatura in Veneto.”

 Campodarsego,  3 dicembre 2009

Non nascondo di essere molto eccitata per l’intervista di questa sera, da sempre sono una fan di Carmen Consoli, conosco a memoria quasi tutte le sue bellissime canzoni.  Così quando ho scoperto che  Carmen avrebbe partecipato alla serata di Ballo Liscio della festa di san Giovanni Damasceno a Campodarsego  non mi sono lasciata sfuggire l’occasione.

Carmen è bellissima come al solito e il nuovo taglio di capelli le dona moltissimo. È una ragazza molto timida e riservata, ma con le idee chiare.

La bellissima Carmen si concede ai flash dei fotografi all'ingresso della sagra

Giuseppina Brusegan: Carmen, sono davvero onorata per l’intervista che mi concedi, intanto ben tornata in veneto! So che sei fiera delle tue origini…

Carmen: Grazie, certo, sono sempre stata orgogliosa di essere per metà veneta, anzi devo dire che la mia veniticità , se mi concedi questo neologismo, è sempre stata molto forte, è che vivendo a Catania ho sempre dovuto nascondere… sai com’è, tutti accusano noi veneti di essere razzisti contro i terroni ma poi spesso è il contrario.

G. B.: eh già, è una cosa che non mi stupisce. Potresti raccontare qualche episodio della tua infanzia in cui ha subito questo razzismo

Un trauma infantile: le terribili sarde a beccafico

 

C.: Sai, ho cercato di cancellare,  di dimenticare quello che ho subito, è brutto per una bambina … mi sono sforzata di essere (con accento siciliano n.d.a)“sicula” al cento per cento, di fare mia quella cultura dimenticando la mia. C’è un episodio bruttissimo che è capitato nella casa della famiglia di mia madre, sicilianissima di Catania. Ero piccola, avrò avuto si e no 6 anni, mi ricordo di mio padre così a disagio: c’era quel piatto di sarde a beccafico davanti a lui, la forchetta sospesa, a un certo punto ha gridato “Sàrdée in saòr sàdée in saòr!” ed è scappato via piangendo. Tutti sono rimasti in silenzio per un attimo, poi hanno iniziato a inveire contro di lui e mi ricordo anche i loro sguardi su di me. Se ci penso ho ancora paura.

Un bel piatto di sarde in saor per la nostra Carmen

 

G. B.: Che ricordo terribile, povera Carmen, quindi anche tu sei stata vittima, di quella che Marco Frisato ha definito repressione culturale del veneto?

C.: Intanto devo dirti che io ammiro tantissimo Marco e che sono sempre stata attenta a quello che lui dice e scrive, lo ritengo un uomo di grande studioso euomo cultura. Sì, sono vittima di questa repressione. Mio padre ha addirittura dovuto cambiare cognome quando s’è trasferito in Sicilia per lavoro. Lui si chiamava Consolìn.

G. B.: Ma tua madre rimane siciliana, come ti poni nei suoi confronti, suoi e della sua famiglia?

C.: Nonostante tutto provo molto affetto per loro, come sai le famiglie del sud sono molto affettuose oltre che oppressive. Ho imparato ad amarli, sono stata educata secondo quella cultura che, non nego ha anche degli aspetti positivi, molto tradizionali e che io rispetto.

G.B.: quindi la figura di una Carmen molto progressista e femminista …

C: Alt! Femminista, che parola! Femminile e femminista sono due cose diverse, io non ho mai detto di essere femminista, credo che le mie canzoni siano state fraintese, io parlo di donne non di politica e le mie donne sono femmine (con forte accento siculo N.d.A.), femmine vere, sensuali, fragili, complicate ma non femministe! E comunque politicamente ecco, non credo che il progressismo sia qualcosa che aiuti.

G. B.: In effetti, come dici,  molte volte artisti e ai cantanti si mettono in bocca cose che non hanno mai detto. Dimmi dunque qual è la tua vera posizione nei confronti della donna?

C.:  Lo ripeto, io credo che una donna senza un uomo accanto che la ama non sia una donna. E poi solo con l’amore e la rinuncia uno può superare quelle cose che altrimenti dividono, l’egoismo, la vanità. Credo che la famiglia sia soprattutto importante per noi femmine in tal senso. Vedi che il mio essere veneta e siciliana assieme non sono così inconciliabili. Io sono molto credente, mi definirei una cattolica vecchio stampo, sai da giovane ho frequentato molto la chiesa e i gruppi di comunione e liberazione, è stata un’ esperienza formativa molto importante. 

Lo sposalizio del mare a Venezia

G. B.: Certo, non ne dubito.Ma dimmi, come stai cercando di recuperare quel vuoto creato da  ciò che ti è stato ingiustamente tolto?

C.: Cerco di recuperare studiando e applicandomi con curiosità ed entusiasmo come sempre.  Mi appassiona tantissimo la storia di Venezia, delle sue origini, sai i dogi, lo sposalizio del mar, e tutti gli intrighi e le feste… amo molto la lingua veneta che ha prodotto scrittori così importanti e a volte dimenticati come Goldoni e Giacomo Noventa. Ho iniziato anche a scrivere qualcosa, ma non sono ancora così brava. Però mi piacerebbe far uscire un album in veneto, magari mescolato con il catanese, quello che siamo  stati non si può cancellare.

G.B.: Dai, anticipaci qualcosa!

C. : oh, no! Mi vergogno, non sono pronta … ok, ma solo due versi:

Uuuh- huu! Ne’ caìgo che te volge

che me par che te scompare

ea to boca xe più dolce

amor mio no me ‘asiare …

(ridendo N.d.A) eh, che te ne pare?

G. B: davvero molto bella, Carmen, complimenti!

C.: c’è un’altra cosa che non voglio nascondere e che voglio rendere pubblica!

G.B.: Cosa? non mi farai mica fare uno scoop?

C.: Credo proprio di s: (ancora con accendo siciliano N.d.A.) è una proposta che non posso davvero rifiutare! Mi hanno chiesto di candidarmi …

G.B: Candidarti e con chi?

C.: Il ministro Zaia, siamo molto amici, intimi direi,  mi ha chiesto se voglio candidarmi con la Lega per le prossime elezioni regionali in Veneto!

Il nostro ministro Zaia si gusta una porchetta (trevigiana)

 

G.B.: Non dirmi, e tu cosa hai risposto?

C.: Be’, ci sto pensando è una proposta che mi lusinga, spero di esserne all’altezza, sai non mi sono mai interessata di politica militando, cioè le mie idee le ho sempre avute chiare e tonde, ma partecipare attivamente a un progetto politico…

G.B.: e se accettassi cosa ti piacerebbe fare, che carica avere, di che campo occuparti?

C.: Ovviamente mi piacerebbe l’assessorato alla cultura! Mi interesserebbe occuparmi davvero della riscoperta della tradizione veneta, ma anche le questioni della multiculturalità…ecco io potrei dare una mano, con la mia storia, sono la persona giusta, no?

G. B.; Certo Carmen! Ti senti davvero vicina allora alle idee leghiste come dicono?

C.: Bè, sì, io non l’ho mai nascosto. Credo che la Lega sia un partito serio, credibile, che si dà da fare concretamente e nel territorio e questo è importante. Poi, al di là di quello che dicono i giornalisti, te lo posso garantire, niente di più lontano dalla lega che il razzismo e l’intolleranza. La lega parla di problemi concreti,  per risolverli è necessario a volte agire con decisione.

G.B.: Hai detto di essere molto credente, come ti poni allora nei confronti di tutti quelle polemiche tra Lega e Chiesa?

C.: Oh, quelle sono polemiche ingrandite dai giornali, la Lega è il solo partito in Italia ad avere a cuore le nostre radici cristiane. È una lotta importante, anche per questo mi piacerebbe impegnarmi.

G.B.: bene, Carmen, credo che possiamo concludere qui. Ti ringrazio moltissimo per la tua disponibilità. Vorresti fare gli auguri di Natale per in nostri lettori?

C.: Grazie a te Giuseppina, è stato un piacere. Tanti auguri de bon Nadae a tuti!

il ministro Zaia e la nostra inviata Giuseppina Brusegan

Annunci

27 Responses to Le radici spezzate: intervista a Carmen Consoli

  1. fabb ha detto:

    veramente è la madre di carmen ad avere origini venete, e non il padre.
    Comunque non fa ridere ^^’

  2. panpaniscus ha detto:

    per tutti quelli che nutrissero qualche dubbio sulla GRANDEZZA giornalistica della Brusegan, linko un’ intervista edulcorata alla Cantantessa: http://www.tgcom.mediaset.it/spettacolo/articoli/articolo415219.shtml

    LOL

  3. Zia Pitty Pat ha detto:

    Nessunissima intenzione di far o farti ridere, Fabb, sono cose che potrebbero davvero uscire da certe bocche. Padre, madre poi, poco importa quando si fanno affermazioni del tipo: “tifo lega” “la lega non è un partito razzista” e “maroni è una persona intelligente” (avesse detto furbo capirei anche- ma in effetti per la maggior parte delle persone si tratta di sinonimi…)

  4. Zia Pitty Pat ha detto:

    La Giuseppina ringrazia. Ammetto che quest’intervista è migliore e “fa più ridere” in modo particolare è da apprezzare il confronto tra tipi di pastasciutta e cantanti anche s si tratta di metafore troppo sottili per essere interpretate (Giorgia = piatto di amatriciana senza sugo più che complesso mi pare stupido)

  5. Sara Banda - redazione MM nord-est ha detto:

    Vorrei anche sottolineare che un’intervista presa a caldo a una festa veneta non può far ridere, o almeno fa ridere in proporzione al flusso alcolico circolante nel luogo stesso della festa. Non mi pare che si possa risolvere il problema delle interviste al solito modo “attenzione! è un’intervista falsa!”. A meno di non essere capo-fan /capo-clan del soggetto unico vero…

  6. Zia Pitty Pat ha detto:

    Il ridicolo molto spesso non è risibile, anche se forse ridicolo non è la parola giusta, forse grottesco o tragicomico calzerebbe meglio.

  7. Robb ha detto:

    Ma scusate…io non ho capito se sta intervista è vera o meno!!! Intanto come diceva fabb è la madre di Carmen che è di Treviso. E’ quindi impossibile che il papà avesse cambiato cognome da consoli a consolin. seconda cosa leiha detto che tifa lega solo perchè non vogliono costruire il ponte sullo stretto, non per tutte le altre baggianate che dicono. Terzo, Carmen non si candiderebbe mai per un rulo politico! boh mi pare un po’ una bufala sta intervista!

  8. polizzi carbonelly ha detto:

    Carmen se n’è uscita con queste frasi – le interviste ne sono una prova – lo sapevate?
    Quello che fa dovrebbe interessare anche i fan di Carmen, perché le conseguenze degli sbagli non riguardano solo lei.
    Probabilmente non sono la persona più indicata per dare consigli o lezioni, tuttavia volendo essere più chiaro il punto è che se i fan di Carmen intendono proteggerla come dicono, bisogna essere più cauti. Carmen ha saputo della decisione di Berlusconi di candidare Luca Zaia alle regionali 2010; l’intervista non è stata una mossa intelligente, e in futuro consiglierei a Carmen di evitare di dimenticare di leggere il Gazzettino e la Nuova Venezia. Dalle sue parole emerge un entusiasmo eccessivo, ma se ancora non lo avete capito quella donna è disposta a tutto pur di conquistare un posto, io vi avevo avvertiti di non sottovalutarla. Questa deriva è un problema che va risolto, una volta per tutte.

  9. Sonia Campo ha detto:

    E ti stai già esercitando al poligono di tiro per risolvere le cose a modo tuo, vero Carbonelly? Sei un uomo spregevole.

  10. Nanda Lusia ha detto:

    Questa pseudo-intervista è un’evidente patacca supertrash che manco fa ridere, tutta ribaltata, piena di balle e distorsioni: se foste corretti mettereste almeno una postilla in cui si spiega che si tratta di un’invenzione!

    Ecco le evidenze della vostra panzanata:

    1- la fotografia con didascalia “La bellissima Carmen si concede ai flash dei fotografi all’ingresso della sagra” è tratta dal red carpet del Rome Film Festival 2008 dove partecipava alla presentazione de “L’Uomo che ama” (altro che sagra della porchetta!)

    2- viene detto “il nuovo taglio di capelli le dona moltissimo”: ma se nella foto c’ha i capelli lunghi mentre in realtà in questo periodo li porta mossi a caschetto!

    3- che “Carmen avrebbe partecipato alla serata di Ballo Liscio della festa di san Giovanni Damasceno a Campodarsego” è pura fantascienza — che un’artista di fama rock/folk (che ogni anno fa concerti pure in Nord America) vada in culo ai lupi alla sagra del ballo liscio è semplicemente ri-di-co-lo!

    4- che Carmen si senta intimamente veneta e abbia patito il razzismo dei “terroni” è un’altra (stavolta squallida — non appioppate cattiverie gratuite, grazie!) balla: la vera Carmen ha invece raccontato che nei primi anni d’infanzia trascorsi in Veneto (nel trevigiano, credo) all’asilo veniva additata come “la terrona”, mentre anche successivamente il suo parentado di parte materna (veneto) è sempre stato freddo e non l’ha ca*ata manco di striscio…

    5- voi dite che la madre è siciliana mentre il padre veneto: falsità patente e incontrovertibile!

    6- su femminismo e progressismo avete scritto altre puttanate: Carmen ha un forte piglio di rivalsa femminile e sin dall’adolescenza (quando si è emancipata da Comunione e Liberazione giudicandola — quella sì — “repressiva”) ha simpatizzato per la sinistra bazzicando con la sua musica anche nei centri sociali.

    7- tradizionalismo: altre falsità come “io credo che una donna senza un uomo accanto che la ama non sia una donna” (questa frase sicuramente NON l’ha mai detta — sfido a trovare una citazione ufficiale) o “Io sono molto credente” (Carmen, nei pochi accenni al suo lato religioso che abbia fatto, ha sempre lasciato intendere che è tiepida, più attenta ai valori universali del rispetto umano che alla ritualità delle confessioni religiose)

    8- la Lega: baggianate come “mi hanno chiesto di candidarmi con la Lega per le prossime elezioni regionali in Veneto… una proposta che non posso davvero rifiutare” oppure “il ministro Zaia, siamo molto amici, intimi direi” oppure “le nostre radici cristiane”…

    L’unica cosa beffardamente vera che si trova in questo florilegio di cazzate è la frase “molte volte agli artisti e ai cantanti si mettono in bocca cose che non hanno mai detto.”: sacrosante parole! 😉

  11. Zia Pitty Pat ha detto:

    Mi complimento per la tua profonda arguzia e per il tuo stile incalzante, cara Nanda Lusia. Poi se cerchi profondità di pensiero e ammirare il nuovo e trendissimo taglio di capelli di Carmen ti consiglio di guardate l’intervista di XL alla nostra, la trovi su you tube.

    ah, vorrei anche farti notare, che femminile e femminismo non sono la stessa cosa.

  12. Robb ha detto:

    Beh che dire, condivido con nanda lusia!!!! ottima analisi…ogni punto smonta un pezzo di intervista! Per quanto riguarda te polizzi carbonelly, quando dici “se ancora non lo avete capito questa donna è capace di tutto pur di conquistare un posto”, beh tu conosci Carmen? No immagino! E non saprai nemmeno una sua canzone! E perchè giudicare una persona che non conosci?!?! Se ti può consolare l’anno scorso ha suonato al new age club a Roncade (Treviso) e alla fine dello show è uscita disponibile come pochi a far foto, autografi e a parlare con gli ammiratori! Compresa la sottoscritta ovviamente!
    carbonelly…taci va!

  13. Capannelle ha detto:

    E ciò prova la sua vanità, che è capace di tutto pur di conquistare un posto. Se conosci Carmen, dille che alla Giuseppina Brusegan deve restituire 15 euro.

  14. Sugnu Salentina e me ne vantu!! ha detto:

    Perfetto Nanda !!! hai detto tutto ciò che volevo dire, chissà perchè tutti conoscono Carmen in tutt’altra “etichetta”… come si dice dalle nostre parti : scià curcativve !!

  15. ath brennd ha detto:

    Questa intervista è assolutamente un falso!
    Lo si capisce solo da fatto che la foto del festival di Roma, dove Carmen ha presentato “senza farsi male” è stata spacciata per la foto di questa ipotetica sagra!
    Per di più il padre della Consoli era Siciliano DOC, la madre invece Veneta, praticamente il contrario di ciò che è stato scritto da questa giornalista.
    MHAAAAAAA
    *Uuuh- huu! Ne’ caìgo che te volge

    che me par che te scompare

    ea to boca xe più dolce

    amor mio no me ‘asiare

    ce ne vuole di fantasia per mettere questi versi in bocca a Carmen!

    E poi Carmen dice di essere dalla parte della Lega solo per quanto riguarda la questione del ponte sullo stretto, ma è chiaro che Carmen non lo vuole per altri motivi, per difendere la Sicilianità e la fauna ittica.

    Au revoir

  16. Prix ha detto:

    Come sono noiosi e stupidi questi commenti di super-fan che difendono la loro amata paladina a spada tratta! Francamente trovo una certa difficoltà a capirli, da un lato mi fan ridere per tutto l’impegno che ci mettono a dimostrare che si tratta di un’intervista falsa (come se il problema fosse questo: han mai sentito le baggianate che dice la vera Carmen Consoli? Quelle su JANG e la fisica quantistica ad esempio)dall’altro mi fanno molta pena.
    In effetti è difficile credere che C.C. possa aver scritto quei versi, sono INFINITAMENTE migliori dei suoi (tutti uguali da ormai più di 10 anni e tutti TRISTEMENTE rimanti in -MENTE!)

  17. Nanda Lusia ha detto:

    uh-oh!
    è arrivato/a Prix, Mr/Mrs Puzzetta-Sotto-Ar-Naso!

    Che il post fosse una parodia era evidente, volevo solo che fosse riconoscibile anche ai distratti, soprattutto perché c’erano passaggi davvero sgradevoli (specialmente quelli legati alla sua origine e alla Lega). A me sta bene lo sberleffo, ma almeno che non sia gratuitamente offensivo…

    Si dà il caso che la sottoscritta apprezzi Carmen Consoli NON perché io abbia il paraocchi della venerazione incondizionata: ascolto musica dalla classica al folk, passando per jazz, blues, funk, rock,… e trovo deliziose le qualità artistiche e umane della Consoli. Certo non è perfetta, ma è sicuramente molto meno imperfetta della stragrande maggioranza degli artisti di musica leggera: ha sensibilità e un approccio poliedrico all’espressione musicale.

    Caro/a Prix, se la trovi ridondante sono fatti tuoi. In ogni caso ti suggerisco di ficcarti il tuo trito e superficiale sarcasmo e la tua aria di squallida sufficienza là dove già ben tu sai. -.-°

  18. Leon Serenissimo ha detto:

    Io invece penso ke sarebbe proprio un a bella cosa se è vero ke carmen consoli vota lega nord xkè la lega è l’unico partito ke è rimasto a essere vicino al popolo e ke pensa al bene del nord e nn fa ciacole ma fatti! Era ora di sentire cose come queste!
    W la Serenissima Repubblicca di Venezia e W il Leone di San Marco! e W anke le sarde in saor!

  19. polizzi carbonelly ha detto:

    Se a Carmen Consoli sta simpatico Maroni perché non dovrebbe stimare anche il ministro Zaia? Mi spiego: qui l’approccio poliedrico degli uni, là il superficiale sarcasmo di altri (commentatori) rischiano di travisare il vero senso dell’intervista oggetto della discussione. Quello che va tenuto in considerazione è il solo fatto, indiscutibile, che “a Carmen Consoli la Lega piace”; non è certo un torto, ma a prescindere da questo, tra i commenti leggo che qualcuno vorrebbe presentare una artista distante da un passato che, vogliate o meno, c’è stato. Può accadere che qualche giornalista per così dire “rampante” (non mi riferisco SOLO alla Brusegan) tenda a riportare alla memoria “ricordi” a tinte forti, ma la realtà non è sempre quello che sembra: taluni “ricordi” possono venire strumentalizzati. Dettaglio da non sottovalutare: le strumentalizzazioni portano opportunità. Sempre.

  20. Prix ha detto:

    Be’, cara Nanda, a me pare di orecchiare nel tuo stile una certa influenza della tua beniamina,probabilmente inconscia che si sa che le influenze e le citazioni avvengono il più delle volte quasi inconsciamente, senza che chi scrive se ne accorga. Detto per intenderci, quando tu scrivi “superficiale sarcasmo e la tua aria di squallida sufficienza” probabilmente non ti sei resa conto di usare un tipo di aggettivazione che più consoliano non si può! Se vai a contollare qualche testo di C.C troverai sicuramente lo stesso giro di parole, la stessa struttura sintattica. Poi, quando dici (ignorando un po’ quella che è la grammatica italiana):”ha sensibilità e un approccio poliedrico all’espressione musicale” non ti pare di averla già sentita da qualche parte? forse in qualche intervista di Carmen? La tua non sarà dunque un’incodizionata venerazione ma se giungi a scrivere come scriverebbe C.C. fossi in te ci penserei.

    Lo sberleffo non offensivo? Nemmeno a san sandro Bondi era passato mai per la testa un concetto così astruso!

  21. Manman Sol ha detto:

    Io vi posto la ricetta delle sarde in saor che è tanto buona Spero ke piaccia a tutti anke a quegli arrabbiati difensori di Carmen detrattori di questo divertente blog

    Sarde in saor

    Ingredienti
    600 gr.di sarde fresche
    600 gr. di cipolla bianca
    2,5 dl. di aceto di vino rosso,
    100 gr. di pinoli
    100 gr. di uva sultanina, olio per friggere
    farina bianca, sale e pepe

    Preparazione
    Togliere la testa, le interiora e le squame alle sarde, lavarle e lasciarle sgocciolare.
    Mondare le cipolle e tagliarle a fette.
    Mettere ad ammorbidire l’uvetta sultanina. Friggere le cipolle a fuoco lento fino a che appassiscano, salarle. Poco prima di toglierle dal fuoco aggiungere l’aceto. Lasciare raffreddare ed aggiungere l’uvetta e i pinoli.
    Infarinare e friggere le sarde. Metterle ad asciugare su carta assorbente e salarle. Quando saranno fredde disporle in una terrina alternando uno strato di sarde ad uno strato di cipolle con il loro fondo di cottura. Per un miglior risultato del piatto lasciare riposare al fresco per almeno due giorni

    buon appetito 😉

  22. Robb ha detto:

    non è che i fans di carmen vogliano difenderla a spada tratta perchè cmq credo che personalmente nessuno la conosca. E’ però sbagliato a mio parere diffondere interviste con parole non uscite dalla sua bocca! O almeno cavolo che cerchino di costruirla in modo veritiero! Qua non c’è ulla di vero! Cmq mio caro prix, non credo toppo che carmen dica baggianate! E’ una delle poche che parla solo quando necessario. Per quanto riguarda i versi tutti uguali…beh, continua a sprofondare nella banalità della Pausini se è questo che ti può far felice!
    ciaao carissimo!!!

  23. kiodo ha detto:

    è decisamente il post (con i relativi commenti) più mandrakista del sito.

  24. pollon ha detto:

    fai ridere carmen, con questa poi hai proprio deluso tutti…

  25. […] (Vedi precedente articolo su Carmen Consoli) […]

  26. mara ha detto:

    definire terribili le sarde a beccafico..mi sembra davvero eccessivo! cmq la Consoli dice le stesse cose al contrario.. quando concede interviste ai giornali siciliani.. mah..!!!

  27. mara ha detto:

    cmq la Consoli è sicilianissima nel cuore e nell’anima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: