AAA Cercasi, l’instant-song di Carmen Consoli

(Vedi precedente articolo su Carmen Consoli)

Ci sono persone (loro si definirebbero artisti) che sanno cogliere l’attimo giusto, che hanno la capacità di saper fare quello che va fatto nel momento in cui va fatto. È così che si va avanti lungo l’impervio cammino del successo. Blandire il pubblico con le parole migliori, strizzare l’occhio al dibattito più acceso, cavalcare bene l’indignazione, accodarsi all’idea diffusa dominante. Quando ho sentito (al supermercato) la canzone di Vecchioni ho pensato all’instant-song fatta pronta per colpire il bersaglio di un pubblico scocciato e che ha bisogno di una scossa di parole che alludono a un impegno lontano. Ma Vecchioni va perdonato: un uomo anziano e sincero tutto sommato là sul palco di SanRemo. Diversa la faccenda per Carmen Consoli, lei sì abile cavallerizza della moda del momento che sa tenere insieme l’ammirazione per il ministro Maroni, le filosofie orientali insegnatele dal maestro Battiato (altro abile cavalcatore) e la protesta (giustissima) delle donne.

I due abili cavallerizzi Battiato e Carmen Consoli

Qualche giorno fa sul sito di Repubblica viene pubblicato il video della nuova e inedita canzone di Carmen Consoli “AAA Carcasi” , commentato da un’intervista alla “cantantessa come lei ama definirsi”. Tal video e tale canzone dovrebbero essere la risposta indignata e ironica della Carmen alla situazione della donna nel nostro paese, indignazione nobile e giusta che però da quelle labbra e da quell’ugola (stridula) non suonassero come comoda ipocrisia d’occasione (ecco come tradurre il concetto di instant-song). Oltretutto il tentativo della Carmen di far sentire a tutti il suo grido di sdegno risulta (ahilei) ridicolo, sia per quel che riguarda il video, sia per quel che riguarda il testo: la disonestà del suo “intervento artistico”  è palesassimo e quello che nelle intenzioni della Carmen vuole essere parodia dell’umiliazione della donna al tempo del berlusconismo, non solo si rivolta contro la povera Carmen, ma rischia quasi di diventare un’arma di difesa del berlusconismo stesso. Per sapere raccontare il presente attraverso i mezzi dell’arte (che sia canzone, operazione artistica, brano teatrale, libro poesia o video-arte), per intervenire come artista o come intellettuale all’interno di un dibattito o di una questione politica così importante e accesa bisogna avere le capacità di farlo, altrimenti è evidente che tutto si riduce alla solita necessità di aggiungersi al coro dei commenti occasionali, anzi, più bassamente, di farsi pubblicità. E questo è ovviamente il caso della Carmen, che rilascia interviste a più non posso sbandierando il suo impegno femminile (non femminista che di questi tempi suonerebbe come una parolaccia) così come poco tempo fa, ai tempi della moda securitaria e leghista, non nascondeva le simpatie per il ministro Maroni e per il suo partito niente affatto razzista. E visti i tempi non sarebbe da meravigliarsi se la Carmen ci stupisse con un pezzo su federalismo municipale.

Donzella impenitente?

Venendo all’”opera” in sé:

Ah ah…

Cercasi avvenente
signorina ben fornita intraprendente.
Giovane brillante
ma più di ogni altra cosa dolce e consenziente

Cercasi apprendista
virtuoso onesto imprenditore garantista
offre a donzelle in carriera
un’oppurtinità di ascesa inaudita

donna giovane illibata AAA CERCASI
donna usata già rodata AAA CERCASI
donna sicula o padana, oriunda clandestina
aaah vediamo come balli a suon di samba o cha cha
a colpo d’occhio sei portata e molto telegenica
ma forse ti interessa più la musica

Cercasi badante
un ottantenne miliardario affascinante
offre a cagne di strada
un’ opportunità di vita più agiata

donna ipenitente e ladra AAA CERCASI
donna santa e incesurata AAA CERCASI
deceduta il giorno prima basta che sia bona

aaah come baceresti se dovessi fare cinema
scena prima ciak motore azione poi si gira
o forse ti interessa la politica
aaah ministro degli affari a luci rosse o di cosmetica
al giorno d’oggi tra i due sessi non vi è differenza
il bel paese premia chi più merita

come cantaresti anima mia o finchè la barca va
al primo ascolto sembri assai portata per la lirica
o forse ti interessa l’astrofisica…

Carmen sfoggia doti d'attrice nel video di aaa cercasi

Lo pubblichiamo interamente come prova di quanto detto fin qui. Oltre a notare en passant che la Carmen non rinuncia al suo stile (nel senso che è ferma agli esordi come si può vedere già dall’incipit ansimante) , la parodia della parodia emerge tutta: una parodia di sé stessa nella voce sforzata, nel continuo ansimare, nella solita rima in mente, la ricerca di un lessico pseudo ricercato che ha lo scopo di stupire per la sua stessa (finta) ricercatezza (e qui Battiato è maestro).  La Carmen cerca di infilare nella canzone  una vena grottesca e arrabbiata così, per esempio, la donna è prima signora avvenente, poi donzella poi cagna di strada e poi “ bona!”. C’è una forzatura così palese in questa specie di climax che non può non apparire falso e pretestuoso (oltre che esteticamente scadente, a dirla tutta). Allo stesso modo l’elenco dei cliché della donna invece di colpire il vizio del maschio italiano, colpiscono molto di più l’incapacità di scrivere dalla “cantautrice”, non sembra che stia scrivendo intorno a stereotipi, ma che sia capace soltanto di scrivere con gli stereotipi.

Del video si potrebbe anche tacere, se non per dire che l’ironia è un qualcosa che s’addice talmente poco alla Carmen che il ridicolo tocca qui il suo massimo. Travestita da zoccola che si rotola sul divano o che dimena le chiappe, con gli occhialoni da giornalista,  nel tailleurino da donna politica o con il folletto in mano ad aspirar le briciole la Carmen ricorda tanto i terribili siparietti di Victoria Cabello: e nulla c’è di più tristemente ridicolo, e credo anche di più umiliante, per una donna (e di danno per l’intero genere femminile) d’essere una cretina che pensa d’essere intelligente permettendosi anche il lusso di fare l’idiota.

Victoria Cabello, l'umiliazione del genere femminile

Annunci

8 Responses to AAA Cercasi, l’instant-song di Carmen Consoli

  1. andrea ha detto:

    Non sono d’accordo su quanto scrivi. Il pezzo è bello, moderno e pop, il video è divertente. In una realtà dove tutti nascondono il loro pensiero per paura di ritorsioni, di perdere visibilità e popolarità, ecco un’artista che non ha paura di dire cosa pensa mettendoci la propria faccia. Chapeau! Se poi la Consoli in passato ha espresso parole lusinghiere per la Lega Nord, queste erano relative alla lingua, ai dialetti locali e alla territorialità, (concetto ribadito ancora oggi nei confronti di Van Der Sfroos e della sua ballata in dialetto). Poi, la Consoli non ama definirsi cantantessa ma sono i fans che la chiamano così. Inoltre definire la Consoli una cretina che pensa di essere intelligente è un concetto maschilista per liquidare un’artista che forse fa rosicare i maschietti che si credono tanto intelligenti. Se pensi che sia una cretina perchè le dedichi un paginone? Anche tu instant article?

  2. Capannelle ha detto:

    “Bello”, “moderno”, “pop”: dal punto di vista musicale non è un giudizio ma una chiacchierata ai microfoni di Radio 102.5.
    “In una realtà dove tutti nascondono il loro pensiero per paura di ritorsioni”: chi? Giovanni Allevi? Intendiamoci: ci sono degli stupidi che è meglio che nascondano più spesso il loro pensiero (Carmen Consoli, Jovanotti, Franco Battiato, Giovanni Allevi).
    “di perdere visibilità e popolarità”: ma non la guadagnano forse così? Insomma, bisogna studiare la società dello spettacolo!
    Prima dici “artista” poi dice che non ama definirsi una “cantatessa”: quale sarebbe la differenza o l’uguaglianza fra le due espressioni? Come chiamarla Carmen “consolle” Consoli? (Orribile gioco di parole, ma instant)
    Esprimere parole lusinghiere per la Lega Nord, se non è espressione strettamente connessa a un’ironico attaccamento della Lega ai rapporti di riproduzione, è comunque una cazzata. Cosa pensi che la Lega ne sappia dei dialetti? Cosa pensi che la Consoli ne sappia dei dialetti?
    Si fa infine notare che l’articolo è scritto da un non-maschio (leggasi firma).

  3. andrea ha detto:

    Cosa vuoi che ne sappia la Consoli dei dialetti? Ma la Consoli canta in dialetto siciliano ma forse non conosci il suo repertorio. Come non conosci tante altre cose su di lei. Hai dei pregiudizi, a cominciare da quella storia della lega. E’ chiaro che Carmen non ha simpatie leghiste, anzi…Qualche tempo fa la accusarono di essere ciellina per aver frequentato qualcuno di quell’ambiente quando aveva 14 anni. E se c’è una che è anticlericale è proprio lei. Riguardo al video, tu dici che ci guadagnerà in popolarità e soldoni, io non credo. Non sarà trasmessa e sarà messa sempre più all’indice dalle radio e TV berlusconiane. Mica come la Nannini che si fa fotografare col pancione sulla copertina di “Chi”…

  4. Zia Pitty Pat ha detto:

    Se tutti gli italiani dialettofoni potessero vantarsi di capirne di dialetti, be’ allora saremmo un bel popolo di dialettologi, caro Andrea. Per quanto riguarda la Carmen leghista puoi leggere questa sua intervista al tg-com di mediaset.

    Ma si tratta di cose passate…la nostra cara cantantessa è veloce a cambiare opinione: scommetto che appena passerà il vento della protesta delle donne, la vedremo chessò, appoggiare qualche illuminata campagna antivelo della Santanchè, se la brezza della moda glielo consiglierà.

    PS: Io purtroppo il repertorio della Carmen lo conosco, ma mi fermo al 2001, perché lì s’è bloccata pure lei…pigrizia d’artista?

  5. […] (Vedi nuovo articolo su Carmen Consoli) […]

  6. Roberto ha detto:

    La Consoli è la migliore artista cantante femminile italiana. Colta e intelligente, la Carmen siciliana è l’immagine pulita e singolare di una musicista che onora l’Italia nel mondo. Sciocco e prevenuto chi la attacca ingiustamente, i pochi detrattori sono quei faccendieri prezzolati che portano l’acqua al mulino degli speculatori italiani, i quali preferiscono promuovere i “prodotti commerciali” banali stile gigi d’alessio e consorte Tatangelo, espressione della massa ignorante che segue le solite canzonette da bar.

  7. anto ha detto:

    la canzone è stata scritta prima che venisse fuori tutta la questione di Berlusconi con escort e quant’altro. Forse ti dovresti un po’ informare prima di giudicare le cose. E poi Carmen Consoli non è certo una che fa di tutto per apparire o far parlare di sè, anzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: